Tassazione Conti deposito.

Oltre all'inflazione che eroda il capitale attenzione anche la tassazione sui rendimenti e all'imposta di bollo sul deposito. Se la prima non si può evitare, sull'imposta di bollo si riesce a risparmiare qualcosa.

L’attuale tassazione del conto deposito è la seguente: sugli interessi maturati si paga una tassazione del 26%.
Sul deposito si paga l’imposta di bollo che attualmente è dello 0,20% con imposta minima di un euro.
Se ad esempio il saldo del conto deposito  è di euro 100 alla fine dell’anno pagherai un euro.
Se avrai mille euro, pagherai euro due, perché lo 0,20% di mille euro è due euro.

Come risparmiare  sull’imposta di bollo del conto deposito.

Per ridurre il costo dell’imposta di bollo, che riduce i guadagni, dovresti spostare i soldi prima della fine dell’anno su un conto corrente.
Per poi ritrasferire all’inizio dell’anno successivo sul conto deposito.
Ma questo puoi farlo se hai un conto deposito libero, e non vincolato.
Perchè perderesti gli interessi del vincolo.
Valuta bene questa procedura che comporta ulteriori rischi che potrai immaginare.

Conto deposito regime fiscale.

Il problema del conto deposito  è che rispetto ai titoli di Stato si paga la tassa del 26% sugli interessi maturati .
E la minipatrimoniale dello 0,20%, con imposta di bollo minima, sul deposito.
Alcune banche ancora oggi si accollano questa imposta, ma sono poche.
Quindi prima di aprire i il conto deposito leggete sul prospetto informativo se la banca paga per conto del cliente la minipatrimoniale.

Mi chiamo davide sono appassionato di statistica web e finanza. Da molti anni come hobby gestisco due siti internet. Spero che questi articoli possono essere utili. Per contattarmi in basso trovi la mia e-mai.