Quale carta conto scegliere

La carta conto o prepagata con iban è emessa da banche, poste e società autorizzate a emettere moneta elettronica. Anche se hanno il codice Iban rientrano nella categoria di strumenti di moneta elettronica che comprende le carte di pagamento, ma anche i bonifici.
Con queste carte è possibile acquistare beni e servizi, ma anche prelevare da sportelli bancari automatici.

Ti offre una serie di servizi bancari come quelli offerti dal conto corrente.
In pratica potrebbe essere la porta di accesso ai servizi bancari a chi non ha un conto corrente. Per tutte quelle persone da giovani, studenti, lavoratori precari, che non intendono aprire un conto corrente perchè lo ritengono troppo costoso, ma hanno bisogno di uno strumento che gli consente di accreditare lo stipendio, o effettuare e ricevere bonifici. Anche se per quanto riguarda i costi tra conto corrente e carte conto ci sarebbe da fare un lungo dibattito su quale sia veramente più conveniente.

Come funziona la carta prepagata con Iban.

Se ti stai avvicinando per la prima volta la mondo delle carte prepagate devi sapere che questo strumento di pagamento che si può usare in sostituzione del denaro contante non è agganciato al conto corrente.
Visto che non è alimentata da un conto corrente si può spendere solo il saldo disponibile presente sulla carta.
Denaro che può essere caricato sulla carta mediante la funzionalità di ricarica.
Questo denaro diventerà il saldo disponibile.
Ogni volta che la usi il denaro sarà prelevato dal saldo disponibile presente sulla prepagata.
Le carte prepagate sono associate a un circuito di pagamento per questo si possono usare nei negozi che accettano le carte di pagamento.

Il denaro sarà custodito su un deposito che diventerà il saldo disponibile.
A questo punto immagino che vorresti sapere come si ricarica la carta prepagata.
Esistono diversi metodi in contanti, con altra carta prepagata, o carta bancomat, con bonifico.

Come si sceglie una carta conto?

Di carte conto ne esistono molte, nel tempo il numero di carte conto offerte dalle banche è aumentato.
Come sono aumentate le funzionalità.
Adesso oltre all’Iban bancario è possibile trovarle con tecnologia contactless.
Ma per rispondere a questa domanda devi capire che tipo di carta ti serve, di quali funzionalità hai bisogno.
Per quanto riguarda il circuito, cosa scegliere Visa o Mastercard? Ormai la differenza è minima, le carte associate a questi circuiti internazionali sono accettate ovunque.
Di che plafond hai bisogno? queste carte hanno un plafond alto può superare i 10mila euro. Ad esempio Postepay EVoltuion ha un plafond di 10mila euro. La Genius Card ha un plafond di 50mila euro.
Per quanto riguarda i costi ultimamente hanno subito una modifica al rialzo, con aumento del canone mensile.

Quali sono le principali funzionalità di una carta conto?

Le principali funzionalità di questa prepagata più evoluta della sua sorella maggiore, la carta prepagata senza Iban, sono ricevere o effettuare bonifici, accreditare stipendio e pensione.
Pagare le utenze domestiche, le tasse, ricaricare il cellulare, pagare sia presso gli esercenti fisici, oppure su internet. Prelevare il denaro caricato sulla carta prepagata da ATM.
La carte conto sono ottime per gli acquisti online se ti clonano la carta il massimo che puoi perdere è quanto caricato sulla carta prepagata. Anche se in caso di clonazione puoi sempre chiedere il rimborso. Anche le carte conto hanno dei costi come canone annuale, costi di ricarica, prelievo,in alcuni casi si paga l’imposta sul rendiconto annuale. Ma non le utilizzerei né per farmi accreditare lo stipendio, né la pensione.

Carta conto per risparmiare sui costi del conto corrente?

Grazie alla possibilità di fare alcune operazioni che si possono fare con il conto corrente, qualcuno le utilizza in sostituzione del conto corrente. Ma conviene?
Il conto corrente bancario o postale ha dei costi, la carta conto può essere una soluzione per ridurre i costi?

Ciao, ilcorrentista.com è un sito che parla di servizi bancari, finanza, economia e gestione del risparmio. Spero che questo articolo sia stato utile, se lo hai trovato utile puoi condividerlo sui social in modo che anche altri possono leggerlo, e aiuterai questo sito a crescere. Se invece hai trovato degli errori, o vuoi comunicare con chi ha scritto l'articolo, nella pagina contatti, oppure in fondo a questa pagina trovi l'indirizzo e-mail dove inviare un messaggio. A presto...

LEGGI ANCHE