Ricaricare carta prepagata attenzione al plafond

Come si ricarica una carta prepagata?
La carta prepagata non è altro che uno strumento prepagato dove il titolare della carta anticipa le somme che in futuro spenderà.
Per essere utilizzata per pagare, o prelevare  deve essere ricaricata con il denaro necessario per effettuare l’operazione.
Ma come si ricarica la carta prepagata?

Ogni carta pregata ha il suo metodo di ricarica, deciso dall’emittente della carta.
Di solito La ricarica può essere fatta allo sportello bancario della banca che ha emesso la carta in contanti. La ricarica in contanti è quella che ha un costo maggiore.

Ricaricare con altra carta o con addebito sul conto corrente.

Alcune banche consentono di ricaricare la carta prepagata, sempre allo sportello, con altre carte prepagate emesse dalla banca,oppure carta di debito, o carta di credito.
Ma anche con addebito sul conto corrente della stessa banca.

Ricaricare la carta prepagata allo sportello Bancomat.

E’ possibile ricaricare la carta anche presso il Bancomat con altra carta prepagata, carta di debito o carta di credito.

Ricaricare la carta prepagata con bonifico.

Ed è possibile ricaricarla anche con bonifico se alla carta prepagata è associato l’Iban.
Attenzione che con questo metodo si paga il costo del bonifico.
A meno che non siate titolari di uno di quei conti correnti che non applicano costi per i bonifici in uscita.

Quanto costa ricaricare la carta prepagata?

Ogni volta che si ricarica la banca, o poste, applicano una commissione per questa operazione.
Il costo di ricarica varia in base al metodo scelto per ricaricarla.
Per conoscere i costi consulta il prospetto informativo, oppure guada online tra le condizioni della carta prepagata.

Cosa significa plafond nelle carte prepagate e perchè non puoi superarlo.

Le carte prepagate hanno un plafond il limite oltre il quale la carta non può essere caricata.
Ad esempio la Postepay ha un plafond di €3000, la carta prepagata Paypal ha un plafond di €10000, la Postepay Junior versione per minori della Postepay ha un plafond di mille euro, questo significa che sulla carta Postepay non possono esserci più di €3000 e sulla carta Paypal non possono esserci più di €10000.

Quindi se ci sono sulla carta Postrepay €2999 non posso fare un’altra ricarica di €10, perchè supererei il plafond, prima deve essere scaricata e poi si può procedere con la ricarica.
Altro esempio, se volessi ricaricare la carta Postepay con il conto Paypal per una somma superiore ai €3100 si supera il plafond della carta, la somma in eccesso non viene caricata sulla carta, per il riaccredito della somma mancante si dovranno attendere alcuni giorni.

Altro esempio il prelievo dai siti di giochi online che oggi vanno tanto di moda, se siete tra i pochi fortunati che ogni tanto vincono e dovete prelevare del denaro dal vostro conto scommesse superiore ai €3500 e si usa come metodo per il prelievo la carta prepagata Postepay, sulla carta saranno accreditati €3000, il resto della somma arriverà tramite assegno dopo molti giorni.
Quindi fate attenzione quando ricaricate la carta prepagata o dovete ricevere delle somme superiori al plafond della carta prepagata, informatevi prima tramite il call center di chi ha emesso la carta cosa succede se si supera il plafond. Altra cosa, fate attenzione anche ai limiti mensili di ricarica e prelievo della vostra carta prepagata.