Perchè l’euro scende?

Il movimento dei prezzi delle azioni, ma anche delle valute non è prevedibile, e non sempre si riescono a cogliere i veri motivi che hanno portato al rialzo o al ribasso  l’indice, l’azione, la valuta. Nel breve periodo le dinamiche dei prezzi sembra che seguano un percorso random, nel lungo periodo si guarda più ai valori economici.

Come ad esempio se guardiamo l’andamento dell’euro durante le elezioni in settembre 2017 Germania o in Austria, ma anche durante la crisi di ottobre 2017 in Spagna per l’indipendenza della Catalogna, l’euro non ha risentito di questo clima di incertezza. Anzi alcuni giorni si è apprezzato nei confronti del dollaro, nonostante il rischio di instabilità politica nella zona euro. Finita la crisi, giovedì 19 ottobre l’euro ha iniziato a perdere colpi, perchè questo andmento negativo?

Dopo mesi di rialzo che avevano portato l’euro contro dollaro vicinissimo a €1,20, l’euro ha invertito il trend è si è riportato nel cambio col dollaro a €1,16.
Nonostante le crisi politiche come il cao in catalogna, che hanno portato tensioni all’interno dell’Unione, e le le elezioni in Austria è Germania l’euro non ha subito contraccolpi.
Merito di questa discesa le mosse della Bce che ha allungato di altri 9 mesi il Qe, che non terminerà a dicembre 2017, ma a settembre 2018.
E’ stato ridotto l’importo utilizzato per l’acquisto dei bond, che passa da 60milairdi di euro a 30 miliardi di euro.
Ci sono anche fattori esterni che hanno influito sull’andamento del cambio euro dollaro.
Come la riforma fiscale negli Usa voluta da Trump che dovrà essere votata.

La discesa dell’euro ha portato un po’ di guadagni ai risparmiatori che investono in valuta diversa dall’euro.
Se l’euro scende le aziende dell’Unione esportano di più.