Investire soldi in modo sicuro

L’argomento su investimenti e rischi è molto complesso, non è facile semplificare perché il rischio è di cadere nella banalità.
Ma proviamo a scrivere qualche riga su investimenti, sicurezza e rischi.
In questo articolo non si vuole nominare il prodotto meno rischioso dove investire, ma cercare di mettere in mano al risparmiatore gli strumenti necessari per scegliere quali siano gli investimenti più rischiosi.

Esiste l’investimento sicuro?

Qual è l’investimento sicuro dove non si perdono soldi?
E’ una domanda che in molti si fanno, ma non è facile dare una risposta. Non è semplice come capire se meglio mettere i risparmi in banca o in posta. O se gli investimenti in Posta sono sicuri.
La sicurezza negli investimenti non esiste, anche i conti deposito hanno un rischio, basso rispetto ad altri tipi di investimento, ma hanno anche loro un grado di rischio.
Solo conoscendo lo strumento finanziario dove vuoi parcheggiare i tuoi sudati risparmi puoi ridurre il rischio.
possiamo classificare gli strumenti finanziari che ci consentono di investire i nostri risparmi in base al grado di rischio.

Di solito l’investimento più remunerativo è anche quello più rischioso, chissà quante volte lo hai sentito dire.

In parte è vero, perché anche tra gli investimenti rischiosi esistono quelli che hanno minore rischio, tra poco capirai cosa voglio dire.
Avrai anche sentito dire nel lungo periodo con le azioni si guadagna sempre, anche questa è una mezza verità.
Perchè se andiamo a controllare questa affermazione scopriamo che un numero di azioni nell’arco di dieci anni è salita, un’altra parte è scesa facendo perdere soldi a chi aveva creduto in queste società. Quindi non è sempre vero che nel lungo periodo si guadagna con le azioni.

Ad esempio l’investimento azionario che si basa sull’acquisto di azioni di società quotate, quindi si diventa azionisti in misura al numero di azioni acquistate, è tra i più rischiosi.
Ma se prima di investire su una società confrontiamo questa società con quella dello stesso settore, scopriamo che ci sono società che sono meno rischiose di altre.
Comunque l’investimento azionario è tra i più rischiosi, gli azionisti hanno meno garanzie rispetto ad altre categorie di investitori come gli obbligazionisti, in caso la società fallisca.
Inoltre il prezzo delle azioni cambia continuamente in base all’umore del mercato, e dai risultati della società.

Le azioni sono più rischiose dell’investimento obbligazionario, che si diventa creditori della società o dello Stato che ha emesso le obbligazioni. Ci sono diversi tipi di obbligazioni quelle garantite le ordinarie, quelle meno garantite le subordinate, quelle convertibili che consentono di convertire il capitale in azioni. Poi esistono anche delle obbligazioni indicizzate all’inflazione.

Chi investe in obbligazioni lo può fare in due modi partecipando al collocamento, all’asta se si tratta di titoli di Stato. Oppure può acquistarli sul mercato secondario.
Vengono emesse da società private, pubbliche e Stati. Per tutta la durata dell’investimento si riceve delle cedole, un tasso di interesse. Alla scadenza riceverà il suo capitale.
Anche qui ci sono obbligazioni più rischiose che sono quelle che pagano un alto rendimento.
E quelle meno rischiose che pagano un tasso molto basso, perché appunto sono ritenute meno rischiose.

Un altro strumento di risparmio molto utile che abbatte i costi rispetto ai tradizionali fondi comuni di investimento sono gli ETF.
Ne esistono diversi che investono in azioni, obbligazioni, materie prime.
Sono quotate e si possono acquistare anche piccole quote.

Infine, troviamo i conti deposito molto apprezzato dagli italiani, dove il capitale investito può solo salire grazi al tasso offerto sul deposito.
Il capitale può essere perso solo se chi ci offre il deposito, di solito un a banca, non è in grado di rimborsarlo.