Il conto titoli non rientra nel bail-in

In caso di bail in cosa succede ai risparmi investiti in azioni, obbligazioni, titoli di Stato, etf, fondi comuni sul deposito titoli associato al conto corrente ?
Il conto titoli è necessario quando si investire risparmi in azioni, obbligazioni, ETF, ma anche fondi comuni di investimento. Associato al conto corrente è sul conto titoli che saranno custoditi gli strumenti finanziari che il risparmiatore acquisterà.

Chi ha un conto titoli agganciato al conto corrente può stare tranquillo non rientra nel bail-in, perchè i titoli custoditi sul conto titoli che siano azioni, obbligazioni, etf, fondi comuni, non sono patrimonio della banca ma di chi ha acquistato i titoli.
Quindi del titolare del conto titoli. E non vengono sommati alla disponibilità presente sul conto corrente.
A meno che le azioni acquistate, oppure obbligazioni, non siano della banca oggetto del bail-in.

Ad esempio sono molti correntisti che investono i loro risparmi in azioni e obbligazioni della banca dove hanno aperto il canto corrente. Agli italiani l’investimento in azioni e obbligazioni emessa della propria banca sono sempre piaciute, e oggi sono fortemente esposti verso il settore bancario. Dimenticandosi della diversificazione e che esistono altri settori su e aree geografiche cui investire.

Se la banca dove hanno investito tutti i loro risparmi fallisce, oppure è necessario un salvataggio, in caso di bail-in l’azionista sarà chiamato a pagare per il salvataggio.
Se il contributo degli azionisti non bastasse a ripianare le perdite, saranno chiamati a fare la loro parte anche i detentori di obbligazioni subordinate.

Poi di obbligazioni ordinarie, per ultimo anche i conti correnti con depositi superiori a 100mila euro.