Cosa succede quando scade carta prepagata

Carte prepagate occhio alla scadenza riportata sulla carta, e controllate sul prospetto se alla scadenza la carta prepagata viene rinnovata automaticamente o il contratto scade.

Carte prepagate scadenza stampata sulla carta.

Le carte prepagate ricaricabili hanno una data di scadenza, come per il bancomat o le carte di credito. Per le carte prepagate che si trovano in commercio la validità va da un minimo di due anni a un massimo di sei anni.
Per conoscere la validità basta guardare sulla carta, la data è stampata davanti sotto il numero di 16 cifre.  Conoscere la data di scadenza è importante,  dopo quella data  la prepagata non si può più usare. Nè per prelevare, nè per pagare nei negozi con la carta prepagata. E se  non interessa più e ci sono soldi caricati si deve chiedere il rimborso.

Cosa succede alla scadenza della carta pregata.

Le carte prepagate quando scadono non sono più valide, alcuni emittenti per rinnovarla  richiedono che alla scadenza si faccia richiesta.
Ad esempio la Postepay emessa da poste Italiane fino a ottobre 2014 prevedeva che alla scadenza della carta, per la sostituzione bastava chiamare il numero 800.00.33.22 e la nuova carta veniva spedita a casa . Oppure si poteva richiedere la sostituzione della carta negli uffici postali. Sostituzione che poteva  essere richiesta due mesi prima della scadenza, fino a dodici mesi dopo la scadenza. Ma da ottobre 2014  quando partiranno le nuove condizioni economiche cambiano un po’ di cose. Per le Postepay in scadenza ci sarà il rinnovo automatico. il titolare della carta non dovrà fare nulla, sarà Poste Italiane a inviare automaticamente la carta a casa. Salvo richiesta di disdetta da parte del titolare della carta.

Altri emittenti invece applicano il rinnovo automatico.
Significa che alla scadenza la carta prepagata sarà rinnovata automaticamente. Qualche settimana prima della scadenza riceverai una comunicazione e vi spiegheranno come ritirare la nuova carta prepagata che andrà a sostituire quella in scadenza.
Se non siete più interessanti dovete recedere 60 giorni prima della data di scadenza. Inviando la raccomandata presso l’emittente della carta, o recandovi presso la filiale della banca che ha emesso la carta e chiedere istruzioni. E consegnare la carta scaduta.
Quindi controllate sul prospetto informativo cosa fare se non siete interessati alla carta per evitare che venga rinnovata automaticamente e paghiate inutilmente il costo di rilascio della nuova carta.
In ogni caso la carta prepagata si può recedere in qualsiasi momento inviando raccomandata presso l’emittente che ha emesso la carta prepagata con la richiesta di recesso e la carta prepagata tagliata in tante parti.