Correntista Bancoposta attento che stanno per aumentare i costi

Sei correntista Bancoposta?Hai ricevuto la lettera sul cambio di condizioni economiche del conto Bancoposta e Bancopostaclick sulle carte di debito?
Ancora no, beh ti arriverà nei prossimi giorni, ecco di cosa si tratta. (Vai in basso per leggere gli aggiornammenti).

Il BancoPosta ha deciso che a partire da novembre 2016 i titolari del conto corrente postale Bancoposta e Bancopostaclick pagheranno il canone sulle carte di debito.
Strana decisione visto che la maggior parte delle banche non fa pagare un canone mensile sule carte di debito, ma solo sulle carte di credito.

Perchè il BancoPosta di farà pagare un canone mensile sulla carta di debito.

Ufficialmente la decisione è stata presa per l’aumento dei costi delle carte che girano sul circuito Mastercard, come quelle emesse dal Bancoposta.
Per i costi che il Bancoposta deve sostenere per aumentare il livello di sicurezza delle carta.
Per il taglio delle commissioni interbancarie voluto dall’Unione Europea.
Si tratta di quelle commissioni che pagano gli esercenti che accettano i pagamenti con le carta di credito, di debito, prepagate, sulle transazioni a banche ed emittenti .
Questo taglio porterà in futuro una riduzione dei ricavi per banche, poste e circuiti delle carte che in qualche modo dovranno reintegrare.
E Poste Italiane ha deciso di farlo facendo pagare un canone annuo sulle carte di debito.
Decisione assurda dopo quella arrivata all’inizio del 2016 quando hanno deciso di togliere di mezzo conto Bancopostaclick non più sottoscrivibile, uno dei conti correnti più convenienti.

La quotazione in Borsa e la necessità di aumentare la redditività.

Oltre ai motivi di facciata che si possono leggere nella lettera per giustificare l’aumento dei costi, c’è da dire che Poste Italiane da fine novembre 2015 è quotata in Borsa, per fine 2016 è previsto il collocamento di un’altra tranche, e deve garantire un certo livello di utili da distribuire agli azionisti sotto forma di dividendi.
In pratica le quotazioni in Bora di Poste Italiane ha portato degli svantaggi per la clientela postale.

Cosa puoi fare se non accetti il cambio di condizioni?
Purtroppo hai solo una scelta se non trovi conveniente il cambio di condizione chiudere il conto Bancoposta e passare da un’altra parte.
Il cambio di condizioni parte dal 1 novembre 2016, quindi se non vuoi pagare questi costi ti devi muovere per tempo.
Se la chiusura viene fatta dopo il cambio di condizioni ti toccherà pagare il canone per l’anno in corso che ammonta a euro due.

L’intervento dell’ AGCM sulle condizioni del Bancopostaclick.

Quanto scritto nella prima parte di questo articolo, che è stato pubblicato nel 2016 non è più valido. Ecco perchè?
Il Bancoposta è stato costretto a eliminare il canone della carta di debito sui conti correnti Bancopostaclick.
Nel 2017 il Bancoposata ha dovuto rimborsare i correntisti del Bancopostaclick riaccreditando il canone annuale della carta Bancoposta. Mentre i vecchi clienti che avevano chiuso il conto prima del cambio di condizioni gli è stato proposto di riaprire un nuovo conto con le stesse condizioni del Bancopostaclick cioè senza l’addebito del canone della carta di debito.