Compravendita azioni come funziona?

La Borsa è un luogo regolamentato dove si contrattano merci, azioni, obbligazioni, fondi,etf, strumenti derivati.
Non sono beni materiali nemmeno contratti cartacei, per spiegare meglio provo a farti un esempio.
Quando si acquista un azione, oppure un obbligazione, non sono più di carta ma smaterializzati.

Dai recinti delle grida, al computer.

Un tempo gli scambi avvenivano nel recinto delle grida, con le azioni, o le merci, che venivano gridate una ad una.
I prezzi venivano comunicati dagli operatori a gesti con l’alfabeto delle mani.
Le principali Borse un tempo affollate di persone che urlavano e facevano gesti, sono diventate silenziose e piene di computer.
Oggi le contrattazioni viaggiano sulle reti telematiche, con riduzione dei costi e dei tempi di contrattazione.
Non esistono più i confini perché possiamo acquistare azioni o altri beni mobiliari dall’Italia quotati in ogni parte del mondo.

Perchè si chiama Borsa.

Dobbiamo risale al XIV secolo dove a Bruges esisteva una locanda nei pressi della zona dove si svolgeva una fiera dove partecipavano mercanti di tutta Europa.
Nella locanda gestita da italiani di origini venete i Dalla Borsa,o Van den Bourse, emigrati nella Fiandre, si riunivano i mercanti, artigiani, banchieri, per regolarizzare le compravendite.
Da allora si utilizza la parola Borsa, o meglio Bourse, per indicare il luogo dove si effettuano la compravendita di azioni, di merci, valori mobiliari ecc.
Pensa che la prima Borsa merci risale al 1581 ad Amsterdam.

Borsa gli orari di contrattazione.

Le contrattazioni avvengono in orari prestabiliti, ogni Borsa ha il suo orario di negoziazione. Alla Borsa di Milano situata a Piazza degli Affari, di proprietà del London Stock Exchange di Londra, gli orari sono i seguenti.
Esistono diverse fasi, quella di preapertura, che per la Borsa italiana va dalle ore 08:00 alle ore 09:00, in questo periodo si possono immettere solo ordini di acquisto o di vendita, ma non vengono eseguiti.
L’asta di apertura che determina il primo prezzo e gli ordini immessi vengono eseguiti a un determinato prezzo.
La contrattazioni in continua che va dalle ore 9:00 fino alla chiusura 17:30 .
E infine l’asta di chiusura che va dalle 17:30 alle 17:35.

Per acquistare titoli azionari quotati in borsa devi essere titolare di un conto corrente bancario,o postale, con abilitato il servizio di trading online. Dal conto corrente sarà prelevato il denaro per l’acquisto delle azioni, o accreditato in caso di vendita.
Al conto corrente deve essere associato il conto titoli che servirà per custodire le azioni acquistate.

Come immettere un ordine di acquisto.


Per immettere un ordine di acquisto o di vendita di un titolo azionario, è sufficiente avere un computer, table o smartphone con collegamento a internet..
Oppure si può fare per telefono grazie al servizio di banca telefonica.
E impartire l’ordine di acquisto con il numero dei titoli da acquistare e il prezzo.

Quando si acquista, o si vende, un certo numero di azioni oltre al costo dei titoli la banca addebiterà le commissioni per la compravendita.
Appena l’ordine sarà eseguito si riceverà un messaggio con l’ora , il prezzo e numero di azioni acquistati.
I titoli saranno registrati sul conto titoli, e dal saldo del conto corrente saranno sottratti i soldi per l’acquisto delle azioni, più le commissioni che si pagano all’intermediario.

1) Il giorno di valuta.

Una volta che l’ordine viene immesso al mercato, non ancora eseguito, la banca congelerà dal conto corrente la somma utilizzata per l’eventuale l’acquisto. Quando l’ordine sarà eseguito, il costo dell’operazione sarà addebitato sul conto corrente con valuta tre giorni dopo il giorno dell’acquisto.
Quando si effettua la vendita saranno accreditati sul conto corrente con giorno di valuta tre giorni dopo la vendita. Ma i soldi saranno da subito disponibili per altri investimenti.

2) Borsa il giorno di liquidazione.

Quando si acquista un titolo azionario si diventa proprietari dello strumento finanziario acquistato.
Anche se i titoli acquistati saranno da subito presenti sul conto titoli si diventa proprietari il giorno d liquidazione, che attualmente è il terzo giorno successivo a quello della data di acquisto.
La liquidazione serve a perfezionare il passaggio di proprietà delle azioni .
Con il venditore che troverà accreditati sul conto corrente i soldi della vendita delle azioni.
Comprando un’azione si entra in possesso di una quota del capitale di una società.
E si partecipa agli utili aziendali tramite dividendo, se la società decide di distribuirlo, in caso ci siano degli utili.
Se l’azienda è in perdita non si riceve nulla.

3) Quando si possono immettere gli ordini di compravendita delle azioni.

Gli ordini in Borsa possono essere inseriti nel book in qualsiasi momento, ovviamente saranno immessi a mercato durante gli orari di negoziazione della borsa. Il book ti da le informazioni sul prezzo che sta scambiando l’azione in un preciso momento, quanti ordini di acquisto e vendita sono presenti, i volumi scambiati. E’ composto da vari livelli sulla destra troverà i prezzi e la quantità delle azioni in vendita, contrassegnati con il termine lettera, in inglese ask.
Sulla sinistra i prezzi e la quantità delle azioni in acquisto, contrassegnati coni il termine denaro, bid.

4) Come si legge il book.

Gli ordini sono divisi su due colonne, nella colonna denaro sono inserite le proposte di acquisto, nella colonna lettera le proposte di vendita.Ed ecco come si presenta il book del titolo azionario.Sono inseriti in base al prezzo dal più alto al più basso, e ordinati in base all’ordine di arrivo sul mercato. Il book riporta la quantità in vendita e di acquisto, il prezzo, il volume degli scambi.

5) Come si comprano le azioni.

Oggi gli ordini in Borsa viaggiano su reti telematiche non sono più alle grida come avveniva un tempo. Si sono ridotti i tempi di esecuzione e si sono ridotti i costi di negoziazione.
Appena si inserisce un ordine di acquisto o di vendita, con i prezzo e il numero delle azioni da acquistare, o da vendere, questo viene immesso dall’intermediario nel book.
In registro dove vengono inserite le proposte di acquisto e di vendita.
Fino a quando l’ordine non viene eseguito può essere modificato prezzo e numero azioni da acquistare, oppure annullato.
Se l’ordine viene modificato perde la priorità temporale.

6) Commissioni per acquisto azioni.

Quanto costa comprare e vendere azioni? Oltre alle tasse a incedere sul profitto o perdita nella compravendita di titoli azionari, oppure obbligazionari, ci sono i costi di negoziazione, le commissioni.
Che si pagano ogni volta che si acquista o si vende un titolo .

7) Le commissioni variano da banca a banca.

Grazie al trading online nel corso degli anni i costi per la compravendita di titolari azionari costi sono scesi notevolmente.
Ogni banca, broker, sim ha il suo profilo commissionale che applica ai propri clienti.
Commissioni che variano in base al controvalore, e anche dove sono quotati i titoli che abbiamo deciso di acquistare.
Commissioni fisse o variabili
Il risparmiatore può scegliere tra diversi profili commissionali fisso o variabile.

8) Scegli il profilo commissionale in base al numero di operazioni che fai.

La scelta del conto per fare trading, varia in base al numero di operazioni che si effettuano nell’arco del mese e dal controvalore negoziato.
Se sei un piccolo investitori con pochi capitali che fa poche operazioni l’anno il profilo scelto dovrà essere con commissioni fisse.
Se sei un trader esperto che fa diverse operazioni al mese con un buon capitale sarà più conveniente scegliere il profilo variabile.
Con le commissioni che salgono e scendono anche in base al numero di operazioni fatte nell’arco del mese.

Leggi Anche: Tassazione guadagni di Borsa.

9) Con quale banche aprire il conto per fare trading online.

Quasi tutte le banche danno la possibilità al cliente di acquistare azioni, o allo sportello, ma anche comodamente da casa con il trading online.
I principali operatori del mercato italiano tra le banche che operano online sono Fineco, Webank, IWBank, Bink, che permettono di acquistare azioni di gran parte delle Borse del mondo.
Tra le sim, società di intermediazione mobiliare troviamo Directa.
Ma le azioni si possono acquistare anche alla Posta basta essere titolari del conto BancoPosta e abilitati al servizio di trading online.
Prima di aprire il conto si deve confrontare il piano commissionale offerto dalle varie banche, per scegliere il conto corrente più adatto alle tue esigenze.
ricorda che per l’acquisto o vendite dell’azioni si pagano delle commissioni che varino in base al tuo profilo.

10) Quanto costa negoziare titoli azionari e obbligazionari.

Nella tabella in basso alcuni esempi dei profili commissionali che riguardano le principali banche online.
Fineco,Webank,Widiba,Direct,Bancoposta.
Se volete risparmiare sulle commissioni di negoziazione controllare le promozioni che le banche fanno per attirare nuova clientela. In certi periodi dell’anno si possono trovare commissioni vantaggiose per chi fa tante operazioni al mese.

BancaCostiCosti
Bink  
Directa  
Fineco  
Intesa-SanPaolo  
Webank  
Widiba  
Sella  
Unicredit