Comprare azioni quando il mercato crolla

Quando fare compere sul mercato azionario? Da sempre il momento migliore per fare acquisti di azioni e quando i mercati crollano.
Ma si deve fare attenzione e non comprare ogni titolo che cade, ma solo quelli che avranno buone possibilità di recupero. Senza andare troppo indietro nel tempo, basta guardare alla reazione dei mercati alla Brexit, molti titoli sono crollati, altri hanno retto, altri ancora nel giro di poco tempo hanno recuperato le perdite.

E così è accaduto durante lo scoppio della bolla cinese, o la caduta dei mercati dopo lo scoppio della bolla dei mutui subrprime.
Ma anche durante lo scoppio della bolla dei titoli tecnologici nel lontano 2000.
Certamente non è sicuro che in futuro le cose funzionino come il passato, ma nel momento degli sconti si possono fare dei buoni affari.

Conviene comprare azioni quando i mercati crollano?

Conviene ma si devi essere capace a selezionare i titoli, non ha senso inserire in portafoglio tutti i titoli che crollano.
Perchè alcuni di questi si riprenderanno, se il motivo del crollo dei mercato non avrà ripercussioni sulla capacità delle aziende di fare utili.
Mentre quelli più fragili difficilmente si riprenderanno.

Nelle giornate di panico si possono fare buoni affari.

Anche nelle giornate di panico è possibile trovare dei titoli azionari che fanno meglio di altri.
Anzi forse queste giornate che per fortuna si verificano raramente, anche se negli ultimi tempi con più frequenza, è il momento ideale per acquistare titoli buoni a sconto.
Nelle giornate di panico non si fa distinzione tra titoli buoni e cattivi, e anche quelli buoni vengono svenduti.

La lista della spesa.

Fai una lista di titoli buoni, compila questa lista prima che i mercati crollano, inserisci titoli che hanno un basso p/e e che guardando i bilanci non risultino cari.
Aspetta che arrivi uno storno del mercato, e se le condizioni economiche della società che hai inserito nella lista non sono cambiate quello è il momento buono per acquistare.
Ad esempio si potrebbero inserire titoli che staccano dei buoni dividendi. Ma attenzione alla tassazione sui titoli.
Quando i prezzi scendono inizia a comprare non con tutto il capitale che ha i a disposizione,ma solo una parte. In caso di ulteriore discese si può decidere se continuare ad acquistare.

Comprare a prezzi da saldo quando i mercati scendono.

In momenti di turbolenza non è facile stare tranquilli, spesso i piccoli risparmiatore comprano quando i prezzi salgono, e vendono in preda al panico quando i prezzi scendono.
Ma se il titolo è buono e l’evento che ha fatto scattare il panico sul mercato non cambia le prospettive economiche delle società in portafoglio non ha senso liquidare quando i mercati crollano.