Comparazione Conti correnti

I conti correnti online sono  più economici di quelli tradizionali, anche se ngli ultimi mesi anche i conti online hanno subito un aumento dei costi Per capire quanto costa il conto corrente nell’arco di dodici mesi, si deve controllore l’indicatore sintetico dei costi.  Uno dei pochi parametri validi per sapere quanto andrà a costare il conto corrente all’anno. Ma solo dopo la lettura dell’estratto conto possiamo spaere quanto abbiamo speso.

Tabella confronto conti correnti online
Banca Conto Canone Bolli Carta di Credito Carta di debito
Bancoposta Bancopostaclick €0 €34,20 €23,24 €0
Fineco Conto Fineco €0 €34,20 €0 €0
Hello Bank Conto Hello €0 €34,20 €0 €0
Webank Conto Webank €0 €34,20 €0 €0
Che Banca Conto che Bnca! €0 €34,20 €0 €0
Ing Conto Arancio €0 €34,20 €0 €0
Widiba Conto €0 €34,20 €0 €0
Unicredit My Genius €0 €34,20 €0 €0

Cos’è il conto corrente

Il conto corrente è un contratto dove la banca si impegna a custodire il denaro per conto del cliente. E in cambio offre dei servizi come pagamenti nei limiti del saldo disponibile,incassi,bonifici,domiciliazione delle bollette,l’accredito dello stipendio, e della pensione, il rilascio della carta di debito, il rilascio della carta di credito, il blocchetto degli assegni. Il cliente puo gestire il conto corrente non solo allo sportello bancario, ma anche online. Può depositare denaro e prelevarlo in ogni momento.

Come si apre il conto corrente

Il conto corrente può essere aperto sia online, che presso la filiale della banca che si è scelto per l’apertura del conto. Per aprilo si deve essere maggiorenni, non avere problemi di protesto, o fallimenti in corso. I documenti richiesti per l’apertura sono documento di identità e codice fiscale.

Costo del conto corrente

Il conto corrente ha un costo, le spese dei servizi offerti sono elencate nel prospetto informativo che va consultato prima di aprirlo. Ed è possibile scaricarlo dal sito internet della banca. Non solo per conoscere i costi effettivi del conto, ma anche per un confronto con le varie offerte di tutte le banche.

La tassazione del conto corrente

Si paga l’imposta di bollo sul rendiconto che ammonta a €34,20 annui. L’imposta si azzera se la giacenza media annua è inferiore a 5mila euro. Sugli interessi maturati sul deposito si paga la tassa del 26%.

I rischi del conto corrente

Il conto corrente è un prodotto sicuro, ma ci sono dei rischi che possono mettere a rischio il denaro depositato sul conto corrente. Il principale rischio si chiama di controparte e si verifica quando la banca non sia più in grado di rimborsare tutto, o in parte, il denaro depositato sui conti correnti. Per questo motivo, per limitare i danni tutte le banche che operano sul territorio italiano aderiscono al FITF, sigla che sta per Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che garantisce ogni conto corrente fino a 100mila euro. Il fondo non ha disponibilità illimitate ma la disponibilità ammonta a circa due miliardi di euro. Attenzione perchè dal 1 gennaio 2016 con l’entrata in vigore il bail-in del possono cambiare molte cose. Altri rischi sono legati al furto o smarrimento delle carte di pagamento associate al conto corrente, come la carta di debito o la carta di credito. Ma anche alla perdita dei dati di accesso dell’internet banking, che possono finire in mani sbagliate e prosciugare il conto.