Come rinegoziare il mutuo

Ecco cosa devi fare sei hai un vecchio mutuo con tassi più alti di quelli attuali e vuoi risparmiare sul tasso e ridurre la rata.

Se il tasso del tuo mutuo che stai pagando è superiore a quello di mercato, perché hai sottoscritto il mutuo quando i tassi erano più alti di quelli attuali.
Puoi rinegoziare il mutuo con la banca che ti ha concesso il finanziamento.

Ad esempio se in passato hai sottoscritto un mutuo a tasso fisso e nel frattempo i tassi si sono dimezzati.
Quindi non puoi beneficiare dei tassi bassi, perché con questo tipo di mutuo il tasso che andrai a pagare rimane uguale per tutta la durata del mutuo.

Oppure hai sottoscritto un mutuo a tasso variabile, che rispetto al fisso il tasso da pagare varia a seconda del tasso di riferimento applicato al mutuo.
E i tassi non sono scesi perchè nel contratto è stata inserita la clausola del tasso minimo.
In pratica per colpa di questa clausola non ottieni vantaggi se i tassi scendono sotto il tasso minimo. Conseguenza nessun risparmio sulla rata del mutuo.

Leggi anche: Mutuo a tasso variabile il tasso minimo.

Come risparmiare sulla rata del mutuo.

Se vuoi risparmiare sia sul tasso, che ridurre l’importo della rata, in modo da avere più soldi a disposizione a fine mese, non devi fare altro che rinegoziare il mutuo con la tua banca.

Non è necessario aprire un nuovo mutuo ti basta rinegoziare le vecchie condizione.
Valuta attentamente questa possibilità anche prima di chiedere la sospensione del muto per 18mesi.
Sospensione che ancora oggi è possibile richiedere quando si è in difficoltà nel pagamento della rata del mutuo.
Che blocca il pagamento delle rate per diversi mesi, ma poi si dovrà pagare gli interessi.
Quindi è più conveniente rinegoziare il mutuo e abbassare la rata.

Cosa significa rinegoziare il mutuo?

Se vuoi risparmiare puoi percorrere due strade la prima si chiama rinegoziazione, la seconda surroga.
La rinegoziazione significa rinegoziare i termini contrattuali del mutuo.
I vantaggi per il mutuario sono di pagare meno interessi e di avere una rata più bassa. Per la banca di non regalare alla concorrenza un cliente.

Rinegoziare il mutuo è conveniente perchè avviene tutto con scrittura privata e senza costi. Non serve il notaio. Si può allungare o ridurre la durata del mutuo, modificare lo spread e il tasso. Ricorda che non è necessario un nuovo atto di mutuo,

Se la banca non intende farlo o ti offre qualcosa di poco conveniente, puoi sempre valutare la surroga del mutuo.
Basterà andare in altra banca è chiedere questo tipo di mutuo.
Anzi, prima puoi controllare su internet nei siti delle banche le varie offerte e in questo momento sono tante.

Leggi anche: Cos’è la surroga del mutuo.

La banca può rifiutarsi di rinegoziare il mutuo?

Fa bene il mutuario che chiede alla banca la rinegoziazione dei termini contrattuali del mutuo, se il tasso che paga oggi e superiore a quello di mercato.
La rinegoziazione del mutuo si può richiedere il qualsiasi momento, il costo è molto basso perché non c’è bisogno del notaio.
Ma la banca non è obbligata ad accettare le richiesta del mutuario.

Ciao, ilcorrentista.com è un sito che parla di servizi bancari, finanza, economia e gestione del risparmio. Spero che questo articolo sia stato utile, se lo hai trovato utile puoi condividerlo sui social in modo che anche altri possono leggerlo, e aiuterai questo sito a crescere. Se invece hai trovato degli errori, o vuoi comunicare con chi ha scritto l'articolo, nella pagina contatti, oppure in fondo a questa pagina trovi l'indirizzo e-mail dove inviare un messaggio. A presto...

LEGGI ANCHE