Cargie nei prossimi giorni partirà l’aumento di capitale, consorzio di garanzia e grossi azionisti hanno trovato l’accordo.
Sarà un aumento di capitale, come si chiama in gergo, iperdiluitivo. Cosa significa? Che Carige capitalizza in Borsa appena 124milioni di euro, l’aumento di capitale sarà di 560milioni di euro, quattro volte l’attuale capitalizzazione.

Per questo motivo Borsa Italiana ha deciso che si adotterà il modello rolling.
Cosa significa? Che a partire dal dal terzo giorno di quotazione dei diritti si potrà esercitare ricevendo immediatamente le azioni senza aspettare la conclusione dell’aumento di capitale. Ovviamente non è obbligatorio esercitare immediatamente i diritti ma si potrà attendere fino all’ultimo giorno utile per esercitarli.

Aumento di capitale Carige diamo i numeri.

Il consorzio di garanzia, che inizialmente aveva deciso di tirarsi indietro, e gli azionisti di maggioranza di Carige hanno sottoscritto il contratto per formare il consorzio di garanzia che dovrà garantire il buon esito dell’aumento di capitale.
L’operazione di rafforzamento che sarà di 560 milioni di euro partirà il 22 novembre per concludersi il 6 dicembre.
Le nuove azioni saranno offerta a un centesimo. Saranno offerte 49.810.870.500 nuove azioni ordinarie, prive di indicazione del valore nominale. Mentre 6 bn di nuove azioni a 1 cent per un controvalore complessivo di 60 milioni di euro, prive di indicazione del valore nominale saranno offerte ai possessori di obbligazioni subordinate.
Ogni azionista potrà sottoscrivere per ogni diritto 60 nuove azioni al prezzo di 1 cent.

Aumento di capitale Carige prezzo di partenza dei diritti e coefficiente K.

Il coefficiente k è 0,08615277 per le azioni ordinarie. 0,99825403 per le azioni di risparmio. Il prezzo di riferimento delle azioni del primo giorno di aumento di capitale è 0,0121, mentre i diritti partiranno da un prezzo di riferimento di €0,1289.

Cos’è il coefficiente, o fattore, K?

E’ il rapporto tra il prezzo teorico del titolo dopo lo stacco del diritto e il prezzo di chiusura dell’azione con il diritto, calcolato l’ultimo giorno di quotazione prima della partenza dell’aumento di capitale.

Ogni diritto da la possibilità di sottoscrivere 60 azioni ordinarie al prezzo di €0,01.

Data Azione Var% Diritto Var% Sconto% Prezzo nuove azioni
 21/11/2017  0,0121  0,1289  0  0,010
 22/11/2017  0,0113  -6,84  0,0760    -0,29  0,0112
 23/11/2017  0,0108  -4,52  0,0425  -0,93  0,0107
 24/11/2017  0,0106  -1,86  0,0380  0,00  0,0106
 27/11/2017  0,0103  -2,87  0,0148    0,00  0,0101
 28/11/2017  0,0101  -1,96  0,008    0,00  0,0101
29/11/2017  0,0101   0,00  0,004  0,0100
30/11/2017  0,0101  0,0012  0,0100

Come è andato a finire l’aumento di capitale?

Il 6 dicembre 2017 sono stati comunicati i dati di adesione all’aumento di capitale di Carige.
Aumento di capitale che è stato sottoscritto per il 66% circa 330milioni di euro su 560milioni.
Adesso i diritti inoptati, cioè quelli che non sono stati esercitati saranno collocati nuovamente in borsa .
Se nel periodo di contrattazione e di esercizio non saranno acquistati ed esercitati il consorzio di garanzia, costituito per garantire l’aumento di Capitale di Carige dovrà sottoscriverli.
Ma l’aumento è andato bene o è andato male?
E’ andata meglio di quanto si aspettavano, anche se i piccoli investitori hanno disertato in massa l’aumento.