Bitcoin come fare trading online

Moda del momento o un giorno le useremo per i pagamneti? Le criptovalute stanno registrando rendimenti folli, sia al rialzo, ma anche al ribasso.
Non si tratta di una corsa all’oro perchè pare che nel mondo appena lo 0,10% della popolazione detenga criptovalute. La maggior parte degli scambi sono sul Bitcoin e quasi tutte le compravendite arrivano dall’Asia.

Come acquistare Bitcoin

Per acquistare una criptovaluta si deve aprire un conto presso una piattaforma di exchange, non si possono acquistare in banca.
I principali exchange sono Bitfinex, Bitstamp, Kaken, Gdax, Gemini, esiste anche una piattaforma italiana The Rock Trading.
Per aprire un conto in questi siti ti devi registrare, successivamente dovrai inviare documento di identità e un documento che certifichi la tua residenza, che può essere un secondo documento di identità, la bolletta luce, gas,telefono, l’estratto conto bancario, certificato del comune.
Per ricaricare il conto puoi usare carta di credito, carta di debito associata a un circuito internazionale, bonifico, qualcuno accetta Paypal.

Quali sono i rischi di queste piattaforme?

Se vengono hackerate rischi di perdere tutto, nei momenti di picco sia al rialzo che al ribasso diventano irraggiungibili.
Ogni exchange applica costi, ma anche un prezzo di acquisto di vendita delle criptovalute diverso.

Quali rischi nell’investimento in Bitocin

Le criptovalute sono molto volatili, si può guadagnare molto ma anche perdere tutto, in questo momento di euforia sembra che possono solo salire. Prima poi si dovrà tornare alla realtà. Quindi attenzione e mai investire tutti il patrimonio in questi strumenti che non sono altro che una stringa alfanumerica generata da algoritmi.

C’è una bolla sul Bitcoin?

Per scoprirlo dobbiamo attendere lo scoppio,
Di sicuro l’andamento del Bitcoin e delle sue sorelle criptovalute è al quanto anomalo.
Fare trading sul Bitcoin è complicato a causa dell’alta volatilità e i volumi bassi.
Per determinare punti di ingresso e di uscita non serve a nulla l’analisi tecnica tanto utilizzata sui mercati finanziari, più dal parco buoi che da operatori professionali.

Su quale criptovaluta investire

Di cripotovalute ne esistono più di mille alcune sono buone la maggior parte sono cattive.
E’ meglio utilizzare quelle più conosciute dove si registrano scambi ed evitare le valute sconosciute.
Nono sono regolamentate dalle Banche centrali, nemmeno controllate dagli Stati.
Basta un privato qualunque che una mattina si sveglia è decide di fare la sua criptovaluta e iniziare a venderla.
In realtà è molto più complicato, ma spero che il messaggio si chiaro.