Sono a rischio i conti correnti di Unicredit?

Dopo il Monte Paschi di Siena e la sua controllata Widiba, un’altra banca che sta mettendo a dura prova i nervi dei sui correntisti è Unicredit.
Precisiamo Unicredit non è a rischio fallimento, ma ha bisogno di una ricapitalizzazione di circa 13miliardi di euro, superiore alla capitalizzazione di Borsa che è di circa 10miliardi di euro.

Questo mette preoccupazione a investitori e correntisti, anche per colpa della situazione di MPS che può essere risolta solo con intervento del governo e che rischia di influenzare la ricapitalizzazione di Unicredit.
Una volta sistemata MPS a breve dovrebbe esserci l’intervento del governo, potrebbe tornare un po’ di sereno anche per Unicredit.

Unicredit cessione di società e aumento di cpaitale.

Per migliorare la sua situazione patrimoniale e rientrare nei parametri richiesti dalla Bce, dopo i risultati degli stress test di luglio 2016, oltre all’aumento di capitale Unicredit ha intrapreso delle iniziative per ridurre l’importo dell’aumento, ha ceduto quote in Fineco, la controllata polacca Bank Pekao , la società di investimento Pioneer, cartolarizzato crediti e ceduti a società esterne che si occuperanno del recupero.
Purtroppo tutta questa liquidità entrata non è sufficiente per ridurre l’importo della capitalizzazione.
O Unicredit vuole procedere con una cessione di NPL più incisiva, in modo da ridurre fortemente il numero di sofferenze, quindi deve accantonare una somma maggiore, a causa delle perdite che queste cessione comporterà.
O c’è qualcosa nei bilanci di Unicredit che preoccupa e noi non siamo ancora a conoscenza.

Cosa rischiano i correntisti di Unicredit.

Per adesso i correntisti non corrono problemi, anche per Unicredit i conti correnti sono coperti dal Fondo Interbancario fino a 100mila euro. Ma si tratta di una banca sistemica, il consiglio per ogni banca dopo l’introduzione del bail-in è di rimanere sotto questa soglia, giusto per stare tranquilli.
Diverso è il discorso delle subordinate di Unicredit che nel caso peggiore rischiano di subire la stessa sorte delle subordinate MPS. Questo non significa che avverrà, e solo uno scenario.
Cosa accadrebbe se Unicredit non riuscisse a raccogliere i 13miliardi necessari a ricapitalizzarsi?