Le nove cose che devi sapere sulle carte prepagate

Le carte prepagate si dividono in tre tipologie, carte prepagate ricaricabili con codice IBAN, dove è possibile ricevere bonifici.Prepagate ricaricabili e nominative una volta esaurito il credito è possibile ricaricare la carta. Usa e getta difficilmente trovabili, dove una volta esaurito il credito la carta non è più utilizzabile e sono anonime.

Oggi diverse banche emettono carte con codice IBAN, si chiamano carte conto dove grazie all’Iban associato è possibile ricevere e fare bonifici verso conti correnti e altre carte conto.

Attenzione ai costi per bonifici effettuati allo sportello molto alti, mentre per i bonifici effettuati da internet i costi sono in linea come per i conti corrente online, anche se alcune banche permettono di effettuare bonifici per l’Italia senza costi.

Per la somma versata sulla carta la banca non corrisponde un tasso di interesse.

Le carte prepagate non rientrano nel fondo di garanzia tutela dei depositi, quindi in caso di fallimento della banca che ha emesso la carta si perdono i soldi depositati sulla stessa.

Le carte prepagate non sono come le carte di credito dove si dispone di un credito concesso dalla banca che una volta utilizzato devi restituire pagando gli interessi, ma puoi spendere solo la somma accreditata anticipatamente sulla carta e non puoi andare in rosso.

Attenzione ai costi per prelevare denaro direttamente allo sportello molto alti, su un normale conto corrente per prelevare denaro non si paga nulla.
Dagli ATM del gruppo normalmente sono gratuiti, con commissione per prelevare denaro dagli ATM non gruppo.

Se utilizzate la carta prepagata per pagare le bollette attenzione ai costi.

Le carte prepagate hanno un plafond, cioè il limite massimo per depositare denaro che una volta raggiunto non è possibile superare, quindi prima di depositare altro denaro la somma deve scendere.
Attenzione anche il limite massimo di prelievo giornaliero o mensili.

Per acquistare una carta prepagata, ricaricabile o usa e getta si paga un costo di emissione, mentre per le carte con IBAN normalmente si paga solo un canone annuale.

Puoi trovare articoli simili in Carte Prepagate.